Riva Acquarama

Riva Acquarama
Commenti disabilitati su Riva Acquarama

Modello del Riva Acquarama in scala 1 a 7 completamente autocostruito da Corsi Franz incluso tutti i dettagli e le finiture. Il modello è lungo circa 70 cm ed è dotato di due motori elettrici.

Breve storia del Riva Acquarama:

L’Aquarama è un motoscafo prodotto dal costruttore italiano di imbarcazioni da diporto Riva per oltre un trentennio fino al 1996. Il primo modello di Aquarama fu lanciato nel 1962 dall’ingegnere Carlo Riva, che è una evoluzione funzionale del modello Tritone, un altro motoscafo prodotto da Riva. Il Tritone fu il primo bimotore di successo del cantiere, con la famosa poppa Riva che unisce le superfici di murate, coperta e specchio di poppa in un unico volume scultoreo. Per prestazioni, bellezza e cura artigianale con cui era costruito, l’Aquarama è ancor oggi ritenuto un simbolo di esclusività nella nautica e in un sondaggio di una rivista inglese il suo nome è risultato quello della barca più conosciuta al mondo. La fama deriva sia dall’estetica e dal livello di finitura, che dal tipo di costruzione. Una costruzione fatta in serie non per diminuirne i costi ma per poterne controllare la qualità dei componenti, fatti per essere intercambiabili in sede di revisione.Lo scafo dell’Aquarama, lungo dagli 8.02 agli 8.78 m, era lavorato in mogano, che veniva poi verniciato e lucidato facendone risaltare la bellezza naturale delle venature. Tutte le versioni dell’Aquarama erano spinte da due propulsori. Venivano utilizzati motori di derivazione General Motors, marinizzati da Chris Craft e Crusader, e motori Chrysler, la cui potenza variava dai 185CV ai 350CV, consentendo all’Aquarama di poter raggiungere velocità superiori ai 45/50 nodi in base alle varie potenze. Il vano motore era coperto da un prendisole con materassini, la barca era inoltre dotata di una capotte a mantice, che scompariva dietro i sedili posteriori. Una scaletta era montata a poppa.

Alcune foto del modello:

Back to Top